Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore Mammella
Tumore Vescica

Tumore alla vescica non-muscolo-invasivo a rischio intermedio: definizione di rischio intermedio e strategia di trattamento


I pazienti con cancro della vescica non-muscolo-invasivo a rischio intermedio sono stati tradizionalmente definiti come i soggetti non-inclusi nei gruppi a basso o ad alto rischio.
Pertanto, il gruppo a rischio intermedio è costituito da pazienti eterogenei.

Sono stati esaminati 326 pazienti con diagnosi di tumori a rischio intermedio. Questi pazienti sono stati sottoclassificati in 3 gruppi secondo i loro decorsi clinici.

Il gruppo A comprendeva pazienti con tumori iniziali e multipli di basso grado ( n=170 ). Il gruppo B consisteva di pazienti con un tumore di basso grado recidivato dopo un tumore a basso rischio ( n= 97 ), e il gruppo C consisteva di pazienti con un tumore di basso grado recidevato dopo un tumore ad alto rischio ( n=59 ).

Il tasso di sopravvivenza senza recidiva a 2 anni è risultato significativamente più basso nel gruppo C ( 42% ) rispetto ai gruppi A ( 69%, P minore di 0.01 ) e B ( 70%, P minore di 0.01 ).
Per quanto riguarda la sopravvivenza senza progressione, non sono state osservate differenze significative tra i gruppi.

In totale, 167 pazienti hanno ricevuto il bacillo di Calmette-Guérin ( BCG ) adiuvante e 39 hanno ricevuto instillazioni di chemioterapia adiuvante.
Nei gruppi A e B non esistevano differenze significative nell'efficienza contro la ricorrenza tumorale tra BCG e chemioterapia.
Nel gruppo C, il tasso di sopravvivenza senza recidiva a 5 anni è stato del 65% nei pazienti che avevano ricevuto BCG, significativamente più elevato rispetto ai pazienti che avevano ricevuto la chemioterapia ( P=0.01 ).
Inoltre, il gruppo C ha compreso 11 casi refrattari a BCG, 5 dei quali successivamente hanno avuto una progressione dello stadio durante il follow-up.

In conclusione, l’analisi di sottoclassificazione ha suggerito che i tumori a rischio intermedio che hanno recidivato dopo un tumore ad alto rischio ( gruppo C ) dovrebbero essere sottoposti a terapia con BCG adiuvante, a causa dell'alta probabilità di successiva recidiva.
Inoltre, la definizione di rischio intermedio può includere alcuni casi refrattari a BCG. ( Xagena )

Matsumoto K et al, Urologic Oncology 2017; 35: 208-214

Xagena_OncoUrologia_2017



Indietro