OncoHub
Novartis
Roche Oncologia
Oncologia Morabito

TPX2 come indicatore prognostico e potenziale obiettivo terapeutico nel carcinoma renale a cellule chiare


Si è cercato di determinare se proteina target per Xklp2 ( TPX2 ) sia correlata all'istologia del carcinoma renale a cellule chiare ( ccRCC ) e agli esiti oncologici utilizzando The Cancer Genome Atlas ( TCGA ) e un tissue microarray ( TMA ).

I dati clinicopatologici ottenuti dal TCGA consistevano in 415 campioni con diagnosi di tumore al rene a cellule chiare.

Un tissue microarray è stato costituito dai tumori di 207 pazienti sottoposti a nefrectomia radicale per carcinoma renale a cellule chiare.
L'espressione di TPX2 mediante immunoistochimica al TMA è stata valutata da un patologo delle vie genitourinarie.

La co-espressione di mRNA TPX2 e Aurora-A è stata valutata nella coorte TCGA.
Sono state analizzate la sopravvivenza globale ( OS ), la sopravvivenza tumore-specifica, e la sopravvivenza libera da recidiva ( RFS ).

Il tempo di follow-up mediano per la coorte TCGA è stato di 3.07 anni.

La co-espressione di mRNA Aurora-A e TPX2 è risultata significativamente correlata ( correlazione Pearson=0.918 ).
L'alta espressione di mRNA TPX2 era associata a stadio avanzato, metastasi, ridotta sopravvivenza globale e sopravvivenza libera da recidiva.

Il tempo di follow-up mediano per la coorte TMA è stato di 5.3 anni.

L'espressione elevata di proteina ​​TPX2, definita come intensità di colorazione maggiore del percentile 75, è stata identificata in 47 pazienti su 207 ( 22.7% ).

L'aumento della immunocolorazione di TPX2 era associato a ridotta sopravvivenza globale ( P=0.0327, 53% mortalità a 5 anni ), sopravvivenza cancro-specifica ( P minore di 0.01, 47.8% mortalità specifica per tumore a 5 anni ), sopravvivenza libera da recidiva ( P=0.0313, 73.6% tasso di recidiva a 5 anni ), grado, stadio T e metastasi.

L'analisi multivariata ha dimostrato una espressione elevata con il ruolo di predittore indipendente di sopravvivenza libera da recidiva ( hazard ratio, HR=3.62, P=0.029 ).

In conclusione, TPX2, un regolatore di Aurora-A, è associato a un elevato grado e stadio di carcinoma renale a cellule chiare, ed è un predittore indipendente di recidiva.
Sono necessari studi per valutare il suo ruolo nella biologia del tumore del rene a cellule chiare e il suo potenziale come target terapeutico. ( Xagena )

Glaser ZA et al, Urol Oncol 2017; 35: 286-293

Xagena_OncoUrologia_2017



Indietro