Oncologia Morabito
Cortinovis SCLC 2021
Roche Oncologia
Tumore prostata

Significato prognostico dei marcatori di risposta infiammatoria sistemica nei pazienti con carcinoma della vescica non-muscolo invasivo


Il rapporto neutrofili-linfociti ( NLR ) e la proteina C-reattiva ( CRP ) sono marcatori di risposta infiammatoria sistemica, che sono stati associati con la prognosi di molteplici tumori maligni, ma i loro rapporti con gli esiti oncologici di cancro della vescica non-muscolo invasivo ( NMIBC ) non sono stati ancora ben studiati.

Sono state esaminate in modo retrospettivo le cartelle cliniche di 1.117 pazienti con carcinoma della vescica non-muscolo invasivo, sottoposti a resezione transuretrale della vescica.

È stata valutata l'associazione tra il rapporto neutrofili-linfociti e la proteina C-reattiva, preoperatori, con la recidiva della malattia e la progressione a malattia muscolo invasiva.

Il follow-up mediano è stato di 64 mesi.

In totale, 360 pazienti ( 32.2% ) avevano un alto valore NLR ( 2.5 o superiore ), e 145 ( 13.0% ) avevano un alto valore CRP ( 5 mg/l o superiore ).

All’analisi multivariata, un alto valore NLR era associato sia con la recidiva di malattia ( rapporto subhazard SHR=1.27, P=0.013 ) che con la progressione ( SHR=1.72, P=0.007 ), mentre alti valori di CRP erano correlati alla progressione della malattia ( SHR=1.72, P=0.031 ).

L'aggiunta del rapporto neutrofili-linfociti e della proteina C-reattiva al modello multivariato che predice la progressione della malattia ha portato a un cambiamento rilevante nella discriminazione ( +2.0% ).

In un sottogruppo di 300 pazienti trattati con bacillo di Calmette-Guerin, sia un alto valore NLR sia un alto valore CRP sono risultati associati a progressione della malattia ( SHR=2.80, P=0.026 e SHR=3.51, P=0.021, rispettivamente ), e NLR era associato a recidiva di malattia ( SHR=1.46, P=0.046 ).

E’ stato anche riscontrato un aumento nella discriminazione del modello di previsione della progressione dopo bacillo di Calmette-Guerin in seguito all’inserimento dei due marcatori ( +2.4% ).

In conclusione, nei pazienti con cancro della vescica non muscolo invasivo, i marker di risposta di infiammazione sistemica sono risultati associati a recidiva e a progressione della malattia.
L'inclusione di tali marcatori nei modelli prognostici non migliora la loro accuratezza. ( Xagena )

Mbeutcha A et al, Urologic Oncology 2016; 34: 483.e17-483.e24

Xagena_OncoUrologia_2016



Indietro