Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore Vescica
OncoGinecologia

Ricorrenza uretrale dopo cistectomia radicale per carcinoma uroteliale


Attualmente, i fattori identificati per la recidiva uretrale si basano sulla segnalazione individuale, il che ha portato a controversie.
Inoltre, il rischio di recidiva uretrale è uno dei fattori limitanti nell’offrire la diversione urinaria della neovescica durante la cistectomia radicale.
Sono stati valutati sistematicamente l'incidenza e i fattori di rischio di recidiva uretrale post-cistectomia radicale e il suo effetto sulla sopravvivenza.

È stata condotta una ricerca sistematica secondo la dichiarazione PRISMA per le pubblicazioni riguardanti recidiva uretrale dopo cistectomia radicale.
Sono stati inclusi 14 articoli, con 6.169 pazienti.

Il tasso di incidenza di recidiva uretrale è stato del 4.4%. È stato significativamente più basso con la diversione urinaria della neovescica ( odds ratio, OR=0.44, P=0.006 ).

Invasione muscolare ( hazard ratio, HR=1.18, P=0.31 ), carcinoma in situ ( HR=0.97, P=0.88 ), coinvolgimento stromale prostatico ( HR=2.26, P=0.78 ) e coinvolgimento dell'uretra prostatica ( HR=2.04, P=0.55 ) non hanno alcun effetto significativo su recidiva uretrale.

Gli uomini hanno mostrato una tendenza verso una maggiore incidenza di recidiva uretrale ( OR=2.21, P=0.06 ).

L'assenza di recidiva ha mostrato una tendenza verso una migliore sopravvivenza specifica alla malattia, ma non significativa ( HR=0.84, P=0.17 ).

Questi risultati sono limitati dalla natura retrospettiva degli studi inclusi.

In conclusione, l'invasione muscolare, il carcinoma in situ e il coinvolgimento stromale o uretrale prostatico al momento della cistectomia radicale non hanno alcun effetto significativo sulla recidiva uretrale.
La neovescica ortotopica è associata a un rischio significativamente più basso di recidiva uretrale dopo cistectomia radicale. ( Xagena )

Fahmy O et al, Urologic Oncology 2018; 36; 54-59

Xagena_OncoUrologia_2018



Indietro