Oncologia Morabito
Roche Oncologia
Cortinovis SCLC 2021
Tumore prostata

Predittori di recidiva biochimica dopo criochirurgia focale primaria o emiablazione per carcinoma alla prostata localizzato


La definizione di Phoenix ( PD ) e la definizione di Stoccarda ( SD ) permettono di determinare la recidiva biochimica ( BCR ) in pazienti con cancro prostatico post-radioterapia, confinata all’organo, vengono applicate per seguire i pazienti dopo la criochirurgia
Si è cercato di identificare i predittori di recidiva biochimica utilizzando i criteri PD e SD nei pazienti sottoposti a criochirurgia focale primaria ( PFC ).

È stata eseguita una revisione retrospettiva dei pazienti sottoposti a criochirurgia focale primaria ( emiablazione ) presso due Centri di riferimento dal 2000 al 2014.

I pazienti sono stati seguiti con rilevazioni seriali dell’antigene prostatico specifico ( PSA ).
Sono stati registrati i livelli di PSA, la biopsia pre-crioterapia focale e post-crioterapia focale, i punteggi di Gleason, il numero di nuclei positivi e recidiva biochimica ( Phoenix = PSA nadir + 2 ng/ml; Stoccarda = PSA nadir + 1.2 ng/ml ).
I pazienti che hanno presentato recidiva biochimica sono stati sottoposti a biopsia, monitorati attentamente o trattati a discrezione dell'urologo curante.
È stato valutato il tempo alla recidiva biochimica utilizzando le definizioni Phoenix e Stoccarda.

In totale 163 pazienti sono stati inclusi con un follow-up mediano di 36.6 mesi.

Complessivamente, 64 ( 39.5% ) e 98 pazienti ( 60.5% ) hanno presentato recidiva biochimica basandosi, rispettivamente, sulle definizioni PD e SD.

Il numero di nuclei di biopsia pre-crioterapia focale positivi era un predittore indipendente di recidiva biochimica secondo PD ( hazard ratio, HR=1.4, P=0.001 ) e secondo SD ( HR=1.3, P=0.006 ).

Il PSA nadir post-crioterapia focale era un predittore indipendente di recidiva biochimica utilizzando la definizione PD ( HR=2.2, P=0.024 ), ma non la definizione SD ( HR=1.4, P=0.181 ).

L'analisi di sopravvivenza ha dimostrato un tasso di sopravvivenza libera da recidiva biochimica a 3 anni del 56% e del 36%, rispettivamente, per definizione PD e SD.

Tra i pazienti sottoposti a biopsia dopo recidiva biochimica, 14 su 26 ( 53.8% ) utilizzando la definizione PD e 18 su 35 ( 51.4% ) utilizzando la definzione SD sono stati trovati con tumore residuo / ricorrente.

Tra i soggetti con cancro prostatico alla biopsia post-crioterapia focale, il 57.1% di quelli con recidiva biochinica secondo la definizione PD e il 66.7% di quelli con recidiva biochimica secondo SD avevano un punteggio di Gleason uguale o superiore a 7.

In conclusione, sia la definizione PD che la definizione SD possono essere utilizzate per determinare la recidiva biochimica nei pazienti post-crioterapia focale primaria.
Tuttavia, rimane da definire la definizione ideale di recidiva biochimica dopo crioterapia focale primaria. ( Xagena )

Kongnyuy M et al, Urol Oncol 2017; 35: 530.e15-530.e19

Xagena_OncoUrologia_2017



Indietro