Lung Unit
Tumore Uroteliale
OncoGinecologia
Tumore Mammella

Metastasectomia negli anziani con carcinoma uroteliale


Il carcinoma uroteliale metastatico della vescica, dell'uretere o della pelvi renale è una malattia altamente aggressiva con esiti negativi.
Anche con la chemioterapia a base di Platino, la sopravvivenza globale mediana è di 15 mesi e la sopravvivenza a 5 anni è solo del 15%.
Il ruolo della metastasectomia nel carcinoma uroteliale è attualmente indefinito.

Sono stati esaminati l'uso e gli esiti della metastasectomia in pazienti anziani con carcinoma uroteliale in un ampio set di dati basato sulla popolazione.
È stato condotto uno studio SEER-Medicare; da 70.648 pazienti affetti da carcinoma uroteliale che hanno soddisfatto i criteri di inclusione, sono stati identificati 497 pazienti che avevano subito almeno 1 metastasectomia durante un follow-up mediano di 40 mesi.

Gli endpoint primari dello studio erano l'uso della metastasectomia, la durata della degenza per metastasectomia, le complicanze e la sopravvivenza globale dopo metastasectomia.
Gli esiti secondari includevano la mortalità a 30 giorni e il tasso di riammissione dopo metastasectomia.

Sono stati identificati 497 pazienti che soddisfacevano i criteri di inclusione che avevano avuto almeno 1 metastasectomia durante il periodo di studio, inclusi 24 pazienti che avevano subito più di 1 procedura con un totale di 523 metastasectomie.
La sopravvivenza globale mediana dopo la prima metastasectomia era di 19 mesi.

In questa popolazione di pazienti selezionata, oltre un terzo dei pazienti era vivo a 3 anni. Nei 476 pazienti che avevano date di dimissione valutabili, la durata media del ricovero dopo metastasectomia è stata di 7 giorni, e il 10% dei pazienti ha presentato almeno 1 complicazione entro 30 giorni dalla dimissione.

La mortalità a 30 giorni dopo metastasectomia è stata del 10% ( n=53/523 ) ed è stata in gran parte determinata dalla mortalità associata a resezioni delle metastasi cerebrali del tumore uroteliale.

In conclusione, nei pazienti ben selezionati con carcinoma uroteliale con una aspettativa di vita ragionevole, la resezione delle lesioni metastatiche è sicura ed è associata a sopravvivenza a lungo termine e a potenziali guarigioni. ( Xagena2018 )

Faltas BM et al, Urologic Oncology 2018; 36: 9.e11-9.e17

Xagena_OncoUrologia_2018



Indietro