Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumore Vescica
Tumore Vescica

Incidenza ed effetto degli eventi tromboembolici nei pazienti sottoposti a cistectomia radicale sottoposti a chemioterapia preoperatoria per tumore della vescica muscolo-invasivo


Sono stati valutati l'incidenza e l'effetto degli eventi tromboembolici in pazienti con cancro della vescica muscolo-invasivo trattati con chemioterapia preoperatoria ( POC ) e cistectomia radicale ( RC ) con dissezione dei linfonodi pelvici ( PLND ).

È stata eseguita una revisione retrospettiva di tutti i pazienti sottoposti a chemioterapia preoperatoria seguita da cistectomia radicale più dissezione dei linfonodi pelvici per il cancro della vescica muscolo-invasivo nel periodo 2000-2013 ( n=357 ).
Sono stati registrati il ​​tipo di chemioterapia ( neoadiuvante versus induzione ), l'incidenza e la tempistica della diagnosi di eventi tromboembolici ( preoperatoria vs 90 giorni o meno dopo l'intervento ) e l'effetto degli eventi tromboembolici sugli esiti clinici.

Complessivamente, 79 pazienti ( 22% ) hanno manifestato un evento tromboembolico: 57 ( 16% ) si sono verificati durante chemioterapia preoperatoria e 22 ( 6.2% ) sono stati diagnosticati dopo l'intervento.
40 pazienti ( 11% ) hanno richiesto un filtro cavale con impianto nella vena cava inferiore.

Non sono state riscontrate differenze significative nella chemioterapia neoadiuvante verso la chemioterapia di induzione e il rischio di eventi tromboembolici ( differenza, 3.3%; P=0.5 ).

Nessuna differenza significativa è stata trovata nei tassi di completamento della chemioterapia preoperatoria in base alla presenza di un eventi tromboembolici ( differenza, 1.0%; P=0.9 ).

L'insorgenza di eventi tromboembolici non ha influenzato in modo significativo altri esiti perioperatori.

Il rischio di recidiva e la sopravvivenza globale non sono stati associati agli eventi tromboembolici nell'analisi multivariata.

In conclusione, è stata riscontrata un'alta incidenza di eventi tromboembolici ( 22% ) nei pazienti sottoposti a chemioterapia preoperatoria prima della cistectomia radicale più dissezione dei linfonodi pelvici, con un'incidenza del 16% nel periodo preoperatorio.
Gli eventi tromboembolici nel setting chemioterapia preoperatoria portano a procedure invasive; tuttavia, non è stato riscontrato un effetto significativo sul completamento della chemioterapia preoperatoria o sul rischio di complicazioni postoperatorie.
Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se misure per la prevenzione degli eventi tromboembolici durante chemioterapia preoperatoria possano migliorare gli esiti clinici. ( Xagena2018 )

Bagrodia A et al, Genitourinary Cancer 2018; 16: e113-e120

Xagena_OncoUrologia_2018



Indietro