Oncologia Morabito
OncoHub
Janssen Oncology
Novartis

Effetto delle biopsie prostatiche ripetute sugli esiti funzionali dopo prostatectomia radicale


L'accettazione crescente della sorveglianza attiva si traduce in un numero rilevante di pazienti sottoposti a prostatectomia radicale dopo più sessioni di biopsia a causa della progressione del tumore.
L'effetto di ripetute biopsie sugli esiti funzionali dopo prostatectomia radicale rimane controverso.

Complessivamente, sono stati analizzati 11.140 pazienti sottoposti a prostatectomia radicale dal 2007 al 2015 ed è stato esaminato il numero di sessioni di biopsia ( 1 vs 2 vs 3 o superiore ) prima della prostatectomia radicale.

È stata valutata l'associazione tra il numero di sedute di biopsie e la disfunzione erettile, e l’incontinenza urinaria.

In totale 9.797 pazienti ( 87.9% ) hanno avuto 1 biopsia, 937 ( 84% ) 2 biopsie e 406 ( 3.6% ) 3 o più biopsie.
L'età media era di 65 anni.
L'aumento delle sessioni di biopsie è risultato associato all'età avanzata alla chirurgia ( 1, 2 e 3 o più biopsie: 65, 65 e 67 anni, P minore di 0.001 ); 982 ( 45.9% ), 906 ( 57.9% ) e 597 ( 60.9% ) pazienti hanno raggiunto la potenza rispettivamente 1, 2 e 3 anni dopo la prostatectomia radicale.

All’analisi aggiustata la ripetizione di biopsie comparata alla biopsia iniziale non ha avuto influenza sulla disfunzione erettile a 1, 2 e 3 anni.

A 1, 2 e 3 anni dalla prostatectomia radicale, 6.107 ( 87.9% ), 4.825 ( 90.9% ) e 3.696 ( 91.6% ) pazienti hanno raggiunto la continenza.

Il numero di sessioni di biopsie non ha avuto influenza sulla incontinenza urinaria al follow up.

In conclusione, i risultati hanno dimostrato che i tassi di disfunzione erettile e incontinenza urinaria sono comparabili tra i pazienti sottoposti a prostatectomia radicale dopo le sessioni iniziali e ripetute di biopsie.
Ciò è importante durante la sorveglianza attiva.
Non sono previsti esiti funzionali avversi se la sorveglianza attiva viene sospesa e la prostatectomia radicale viene contemplata come opzione terapeutica. ( Xagena )

Rosenbaum CM et al, Urologic Oncology 2018; 36: 91.e17-91.e22

Xagena_OncoUrologia_2018



Indietro