Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumori testa-collo
Tumore Vescica

Cabozantinib versus Sunitinib come terapia iniziale per il carcinoma a cellule renali metastatico a rischio intermedio o sfavorevole: sopravvivenza libera da progressione e sopravvivenza generale


Lo studio randomizzato di fase 2 CABOSUN che ha confrontato Cabozantinib ( Cabometyx )con Sunitinib ( Sutent ) come terapia iniziale per il carcinoma a cellule renali avanzato ( RCC ) a rischio intermedio o sfavorevole, ha incontrato l'endpoint primario di miglioramento della sopravvivenza libera da progressione ( PFS ), valutato dallo sperimentatore.

E' stata riportata la sopravvivenza libera da progressione mediante la valutazione del Comitato di revisione della radiologia indipendente ( IRC ), il tasso di risposta obiettiva ( ORR ) per IRC e la sopravvivenza generale ( OS ) aggiornata.

I pazienti precedentemente non-trattati con carcinoma a cellule renali avanzato a rischio intermedio o sfavorevole secondo i criteri IMDC sono stati randomizzati in un rapporto 1: 1 a Cabozantinib 60 mg al giorno o a Sunitinib 50 mg al giorno ( 4 settimane in trattamento / 2 settimane di riposo ).
E' stata effettuata la stratificazione per gruppo a rischio e per la presenza di metastasi ossee.

Un totale di 157 pazienti sono stati randomizzati in un rapporto 1: 1 a Cabozantinib ( n=79 ) o a Sunitinib ( n=78 ).

La sopravvivenza libera da progressione mediana secondo IRC è stata di 8.6 mesi ( intervallo di confidenza al 95% [ IC ] 6.8-14.0 ) per Cabozantinib versus 5.3 mesi ( IC 95% 3.0-8.2 ) per Sunitinib ( hazard ratio [ HR ] 0.48 [ 95% CI 0.31-0.74 ]; p a due code = 0.0008 ); il tasso di risposta obiettiva secondo IRC è stato, rispettivamente, del 20% ( IC 95% 12.0-30.8 ) contro il 9% ( IC 95% 3.7-17.6 ).

Le analisi dei sottogruppi di sopravvivenza libera da progressione da parte dei fattori di stratificazione e dell'espressione tumorale di MET erano coerenti con i risultati per la popolazione complessiva.

Con un follow-up mediano di 34.5 mesi, la sopravvivenza globale mediana è stata di 26.6 mesi ( IC 95%: 14.6 - non-stimabile ) con Cabozantinib e 21.2 mesi ( IC 95% 16.3-27.4 ) con Sunitinib ( hazard ratio, HR=0.80 [ IC 95%: 0.53-1.21 ] ).

L'incidenza di eventi avversi di grado 3 o 4 è stata del 68% per Cabozantinib e del 65% per Sunitinib.

In questo studio di fase 2, il trattamento con Cabozantinib ha significativamente prolungato la sopravvivenza libera da progressione secondo IRC, rispetto a Sunitinib, come terapia sistemica iniziale per il carcinoma a cellule renali avanzato a rischio intermedio o sfavorevole. ( Xagena )

Choueiri TK et al, Eur J Cancer 2018; Epub ahead of print

Xagena_OncoUrologia_2018



Indietro