Lung Unit
Tumore Uroteliale
Tumori testa-collo
ForumOncologico

Anemia preoperatoria è un fattore di rischio per il carcinoma uroteliale del tratto superiore in seguito a nefroureterectomia radicale


È stato determinato l'effetto dell’anemia pre-operatoria sugli esiti oncologici in pazienti con carcinoma uroteliale del tratto superiore ( UTUC ) con diversi livelli di funzione renale.

Tra il 2000 e il 2013, sono stati arruolati 370 pazienti sottoposti a nefroureterectomia radicale per carcinoma uroteliale del tratto superiore non-metastatico.

L’anemia pre-operatoria è stata definita come emoglobina inferiore a 130 g/l negli uomini e inferiore a 120 g/l nelle donne in base alla classificazione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ( WHO ).

È stato stimato l'effetto sulla sopravvivenza dell’anemia e sono stati valutati gli hazard ratio ( HR ) di anemia e altri parametri clinico-patologici.
Le analisi sono state eseguite anche in pazienti con diversi stadi di malattia renale cronica.

In tutto, 242 pazienti ( 65.4% ) erano anemici prima dell'intervento chirurgico.
Quelli con anemia preoperatoria avevano un peggiore stadio di nefropatia cronica ( P minore di 0.001 ) e più alto stadio tumorale patologico ( P=0.023 ).

All'analisi univariata, i tassi di sopravvivenza libera da metastasi e specifica per il cancro non sono risultati significativamente associati con l’anemia preoperatoria ( hazard ratio, HR=1.51, P=0.093 e HR=1.59, P=0.094, rispettivamente ).

Tuttavia, nei pazienti senza malattia renale cronica in stadio 5, quelli con anemia pre-operatoria hanno mostrato una sopravvivenza libera da metastasi e specifica per il cancro apparentemente inferiore rispetto a quelli senza ( HR=1.88, P=0.014 e HR=2.03, P=0.010, rispettivamente ).

L'anemia preoperatoria era un predittore indipendente di sopravvivenza libera da metastasi ( HR=2.17, P=0.010 ) e specifica per il cancro ( HR=2.21, P=0.017 ).

In conclusione, tra i pazienti senza malattia renale cronica in stadio 5, l'anemia preoperatoria era un fattore prognostico significativo per prevedere la progressione metastatica e la morte tumore-spsecifica nel carcinoma uroteliale del tratto superiore in seguito a nefroureterectomia radicale.
È importante essere consapevoli della funzione renale dei pazienti mentre si valuta l'effetto dell’anemia sull’esito del carcinoma uroteliale del tratto superiore. ( Xagena2016 )

Yeh HC et al, Urologic Oncology 2016; 34: 337.e1-337.e9

Xagena_OncoUrologia_2016



Indietro