Controversies in Genitourinary Tumors
ASCO Meeting
SIUrO  Società Italiana di Urologia Oncologica

Combinazione di Bicalutamide e Raloxifene per il cancro alla prostata resistente alla castrazione


Il tessuto prostatico esprime isoforme del recettore 2 degli estrogeni ( ER ), ER-alfa e ER-beta, e le terapie a base di estrogeni hanno dimostrato attività in studi preclinici.

Il Raloxifene ( Evista ), un modulatore selettivo ER, ha inibito la crescita del tumore della prostata in modelli di xenotrapianto ed è stato testato in uno studio di fase II del carcinoma prostatico resistente alla castrazione ( CRPC ), con alcuni pazienti che hanno raggiunto una stabilizzazione della malattia.

Tuttavia, nessuno studio aveva ancora esaminato la sicurezza della combinazione di Bicalutamide ( Casodex ) più Raloxifene per il tumore alla prostata resistente alla castrazione.
Pertanto, è stata studiata la sicurezza del trattamento con Bicalutamide più Raloxifene nei pazienti con tumore resistente alla castrazione in uno studio iniziale.

È stato condotto uno studio per valutare la tossicità ( endpoint primario ) della combinazione di Bicalutamide ( 50 mg ) e Raloxifene ( 60 mg ) in cicli di 28 giorni ( massimo 6 cicli ) in uomini con carcinoma alla prostata resistente alla castrazione, progressivo
L'endpoint secondario, la qualità di vita ( QOL ), è stato valutato dai pazienti con una autovalutazione in 6 punti o la scala EPIC ( Expanded Prostate Cancer Index Composite ) dominio ormonale.

Sono stati arruolati 18 pazienti con carcinoma prostatico resistente alla castrazione con l'obiettivo di valutare la sicurezza e la qualità di vita ( mentale, fisica, sociale, emotiva e spirituale ) relativa alla terapia con Bicalutamide più Raloxifene. 

Non si sono verificati eventi avversi di grado 3 o 4.

Nessuno dei 18 pazienti ha richiesto una riduzione della dose.

La valutazione della qualità di vita del paziente non ha mostrato variazioni statisticamente significative dopo due cicli di trattamento.

La sopravvivenza libera da progressione mediana con Bicalutamide più Raloxifene è stata di 1.9 mesi.

In conclusione, lo studio ha dimostrato che il trattamento con Bicalutamide e Raloxifene è stato ben tollerato.
Tuttavia, si è verificata attività clinica limitata negli uomini con tumore della prostata resistente alla castrazione, precedentemente sottoposti a terapia ormonale secondaria o chemioterapia. ( Xagena )

Ho TH et al, Clin Genitourin Cancer 2017; 15: 196-202.e1

Xagena_OncoUrologia_2017



Indietro